Il collegio IPASVI di Prato si stringe attorno alla famiglia e ai cari di Silvia Cecchi, prematuramente scomparsa nella giornata di oggi.

La nostra comunità professionale perde una collega di grande valore e una persona stimata da chi ha avuto l’opportunità e la fortuna di conoscerla.

Prato 26/12/2016

Il Presidente Matteo Cecchi


 

 

Il direttivo del Collegio IPASVI della provincia di Prato augura a tutti i colleghi buone feste

con l’occasione si ricorda che:

La segreteria del Collegio resterà chiusa per le festività natalizie dal 27 dicembre al 3 gennaio.
La segreteria riaprirà regolarmente secondo i consueti orari, da mercoledì 4 gennaio.
Per urgenze è contattabile il presidente Matteo Cecchi al n° 338 6123022.

ipasvi-natale

 

CORSO MINDFULNES

In allegato, programma del corso in oggetto.

Il medesimo corso viene ripetuto sue due date diverse:

indicare nella scheda di iscrizione a quale delle due edizioni si intende partecipare.

La partecipazione per gli iscritti del Collegio IPASVI di Prato è gratuita – previa iscrizione obbligatoria e versamento della cauzione di € 10,00 –

Le domande di iscrizione saranno accettate in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti disponibili (max 35 per ogni singola edizione).

Apertura iscrizioni: 5 NOVEMBRE 2016.

La domanda di iscrizione sarà accolta esclusivamente dietro presentazione della scheda di iscrizione allegata (compilata e sottoscritta) e

previo pagamento documentato della cauzione di € 10,00 o dell’iscrizione di € 30,00 per i non iscritti a questo Collegio.

Il pagamento può essere effettuato direttamente presso la segreteria del Collegio nei gg. e orari di apertura oppure:

1)      a mezzo c.c.p.  n° 17183500 intestato a COLLEGIO IPASVI PRATO

2)      su conto n° 65461 di BPV Agenzia Ospedale – intestato a COLLEGIO IP. AS. VI Prato – IBAN: IT66 X057 2821 5894 8957 0065 461

inviando copia della ricevuta quietanzata allo scrivente a mezzo e-mail ipasviprato@gmail.com

download locandina

ipasvi-mindfulnes

Scheda d’iscrizione

scheda-discrizione-evento-mindfulness


 

Alla sezione libera Professione 

On line il nuovo vademecum per l’accesso ai” Fondi strutturali UE” per infermieri libero professionisti

Vademecum fondi EU

 


 

Avviso di selezione 5 Infermieri per partecipare agli Esami di Stato Laurea in Infermieristica

Scarica il bando

Avviso di selezione infermieri per esami di stato

I Candidati che vogliono partecipare all’Avviso dovranno far pervenire la domanda presso il Collegio IPASVI di PRATO negli orari di apertura ufficio o tramite indirizzo PEC: prato@ipasvi.legalmail.it entro e non oltre le ore 24 del 10 ottobre 2016.


 

Si pubblica il programma del corso “IL CONCETTO DEL LIMITE E LA CULTURA DEL DONO”
La partecipazione per gli iscritti del Collegio IPASVI di Prato è gratuita – previa iscrizione obbligatoria e versamento della cauzione di € 10,00 –

Le domande di iscrizione saranno accettate in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti disponibili (max 20).
Apertura iscrizioni: 5 SETTEMBRE 2016.

La domanda di iscrizione sarà accolta esclusivamente dietro presentazione della scheda di iscrizione allegata (compilata e sottoscritta) e previo pagamento documentato della cauzione di € 10,00 o dell’iscrizione di € 30,00 per i non iscritti a questo Collegio.

Il pagamento può essere effettuato direttamente presso la segreteria del Collegio nei giorno e orari di apertura oppure:

1) A mezzo c.c.p. n° 17183500 intestato a COLLEGIO IPASVI PRATO
2) A mezzo bonifico bancario su conto n° 65461 di BPV Agenzia Ospedale – intestato a COLLEGIO IP. AS. VI Prato – IBAN: IT66 X057 2821 5894 8957 0065 461 inviando copia della ricevuta quietanzata allo scrivente a mezzo e-mail ipasviprato@gmail.com

Cordiali saluti.

Matteo Cecchi
presidente

Clicca sul link qui sotto per scaricare la brouchure

ipasvi 27 settembre

Brouchure Ipasvi 27 settembre

Clicca sul link qui sotto per scaricare la scheda di iscrizione

scheda d’iscrizione EVENTO 27 settembre 2016


 

 

Si comunica il Collegio resterà chiuso per il periodo estivo dal 01 / 08/2016 al 04/09/2016, riaprirà regolarmente il giorno 05/09/2016.

Per esigenze urgenti è possibile contattare Il presidente al numero 3386123022 o via mail presidente@opiprato.it

con l’occasione auguriamo buone ferie e buon lavoro a tutti i colleghi


 
12 Maggio 2016

 

Giornata Internazionale
 .
dell’INFERMIERE
ipasvi corri con l infermiere4-page-001

Il nostro Collegio ha scelto di recente, con convinzione e orgoglio, di entrare a far parte della Commissione Pari Opportunità Interprofessionale.
Il nostro consiglio direttivo condivide a pieno gli ideali promossi dalla stessa.
 
 13173870_515269158661541_1838850911912603981_n

Revisione Codice Deontologico
Con la presente il Consiglio Direttivo del Collegio IPASVI di Prato esprime la propria
posizione riguardo alla questione, tanto dibattuta in questi giorni, della revisione del codice deontologico degli infermieri.Riteniamo opportuno, a tale proposito, che si dia impulso al riesame del codice deontologico, di modo che possa regolamentare in maniera ancora più efficace
l’esercizio professionale, garantendo agli infermieri la possibilità di esprimere la propria
professionalità in modo consapevole e maturo e tutelare al meglio l’interesse dell’assistito. Per
questo motivo abbiamo scritto nelle settimane passate alla presidente della Federazione
Nazionale dei Collegi IPASVI Barbara Mangiacavalli, esprimendo il nostro orientamento.
Siamo fermamente convinti, poi, che un confronto democratico e lucido tra istanze sia l’unica
strada da percorrere per raggiungere il consenso su un tema fondamentale quale quello delle
norme che regolano l’esercizio della nostra professione. Si accolgono con fiducia le ultime
dichiarazioni della Federazione Nazionale in tal senso, che ci aggiornano sul percorso che sta
seguendo la revisione del codice deontologico. Esso verrà aggiornato con il coinvolgimento dei
Collegi, delle Associazioni infermieristiche e della collettività professionale. È prevista una fase
nella quale ogni singolo infermiere potrà esprimere la propria opinione, inoltrare commenti, e
proporre integrazioni su uno spazio apposito predisposto sul sito della Federazione.
La proposta finale di Codice Deontologico che scaturirà dai risultati di questa consultazione sarà
sottoposta al Consiglio Nazionale (composto da tutti i presidenti provinciali) perché sia
definitivamente analizzata a votata articolo per articolo.Siamo quindi sicuri che a breve la nostra professione avrà come riferimento un codice rivisto in
maniera condivisa, che ci aiuterà a garantire e rafforzare ulteriormente il core della nostra mission
professionale.Matteo Cecchi

Si rassicurano quanti devono procedere alla prima iscrizione al Collegio di Prato in vista del nuovo concorso regionale, che il prossimo Consiglio Direttivo si terrà il giorno 12 Maggio. Si invitano gli interessati a consegnare in ufficio la documentazione necessaria alla pratica in tempo utile.

“Oltre il tetto di cristallo” sabato 30 aprile
invito definitivo archlocandina definitivo
Programma della giornata delle pari opportunità

Novità

I Collegi IPASVI della Regione Toscana incontrano l’Assessore Stefania Saccardi e la Dott.ssa Mechi, e si esprimono anche in merito alla vicenda di Piombino.

Dall’Assessore  stima agli infermieri e impegno a dare peso e corpo al ruolo  della professione infermieristica nel cambiamento che la Sanità regionale si appresta ad affrontare, sempre nell’ottica della interprofessionalità. Ma è stato anche riconosciuto il ruolo dei Collegi come attori naturali di confronto, supporto, analisi. Formalizzato quindi un confronto periodico con l’assessorato che possa dare risposte efficaci ed efficienti alla cittadinanza che assistiamo attraverso il nostro contributo fattivo alla crescita professionale, culturale ed organizzativa dell’infermieristica in Toscana, e che si concretizzerà nella condivisione e nel dibattito in merito alle linee guida di indirizzo Regionale.

Approfittiamo inoltre del presente comunicato  per esprimere piena solidarietà alle famiglie coinvolte nella terribile vicenda di Piombino.  I Collegi IPASVI della Regione Toscana, condividendo le importanti paroli di sostegno dell’Assessore Saccardi,  stigmatizzano con forza una vicenda isolata che non può diventare espressione di oltre 35.000 professionisti che ogni giorno con abnegazione, sacrifico e forte senso deontologico prestano la loro competenza al fianco del cittadino. Crediamo che la migliore risposta sia quella di continuare a lavorare con entusiasmo e convinzione per dimostrare con i fatti, e non con le parole, che l’infermiere rappresenta il perno fondamentale di un sistema che ha bisogno di rinnovare fortemente i suoi modelli. Non nasconderemo la testa nella sabbia, perchè un evento di drammatica portata come questo, per quanto isolato, deve farci interrogare su come evitare che si possa ripetere. Un percorso che trova risposta solo nella totale sinergia di tutte le istituzioni e nell’onestà intelletuale di analisi complesse. Ma allo stesso non ci faremo strumentalizzare da questa drammatica vicenda.  Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce, e noi infermieri – per storia e cultura – siamo abituati ad andare avanti sempre e comunque con fierezza perchè l’unica cosa che vogliamo è quella di prestare la migliore assistenza possibile nelle mgiliori condizioni possibili.


On line la nuova pagina contenete il materiale dei corsi passati organizzati dall’Ipasvi PO

Materiale corsi passati


Con riferimento alla sentenza 266/2016 del Tribunale di Venezia, che ha assolto un infermiere dall’accusa di esercizio abusivo della professione a seguito della mancata iscrizione all’albo lpasvi (riportata su Quotidiano Sanità del 6 Marzo scorso all’indirizzo http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=37214), si tiene a ribadire, in base alla legge e secondo quanto nuovamente dichiarato dalla Federazione Nazionale dei Collegi Ipasvi, che l’iscrizione agli albi professionali per l’esercizio della professione è obbligatorio, ai sensi della Legge 43/2006                             (http://www.parlamento.it/parlam/leggi/06043l.htm) che non è attuata solo per quanto riguarda la delega per la costituzione degli ordini professionali (articolo 4) delle professioni sanitarie, ma è in vigore per tulle le altre previsioni, compresa quella prevista dall’articolo 2, comma 3.

Il ministero della Salute ha già dato, su richiesta della Federazione Ipasvi, la sua interpretazione autentica della legge, che si riassume nei seguenti punti:

1. L’obbligatorietà dell’iscrizione all’albo professionale sancita dall’articolo 2 comma 3 della legge 43/2006, estesa anche ai pubblici dipendenti, è requisito essenziale e indispensabile per poter svolgere senza condizioni l’attività sanitaria sia come libero professionista. sia nell’ambito del rapporto di servizio in regime di lavoratore dipendente,

 2. Della Legge 43/2006 solo l’articolo 4, concernente lo concessione della delega al Governo per l’istituzione degli Ordini professionali, risulta essere inapplicabile, in quanto il termine temporale per l’approvazione del relative decreto legislative è scaduto. I restanti articoli delta legge, e quindi anche l’a11icolo 2 comma 3, sono vigenti,

 3. In conseguenza della mancata attuazione della delega il principio dell’obbligatorietà di iscrizione all’albo professionale per l’esercizio della professione non vale solo nel confronti delle professioni per le quali non esiste un albo professionale.

 4. La Legge 43/2006, d’altra parte, ha avuto piena attuazione per tutte le sue parti diverse dall’articolo 4, come ad esempio nel caso dell’articolo 6 rispetto al quale l’accordo

Stato-Regioni del l° Agosto 2007 ha istituito Ie funzioni di coordinamento per Ie professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione.”

Va inoltre tenuto di conto che i cittadini stranieri comunitari e non comunitari, che vogliano esercitare la professione infermieristica in Italia sono obbligato per Legge ad iscriversi all’albo. Considerare obbligatoria l’iscrizione all’albo solo per i cittadini stranieri creerebbe una disparità ingiustificata di trattamento tra cittadini, contraria ai principi sanciti dalla nostra Costituzione e dai trattati europei.

Tra l’altro, il decreto sui concorsi nel pubblico impiego richiede come requisito l’iscrizione all’albo professionale.

Al di là delle questioni legali, peraltro vincolanti, ritengo sia necessario, specialmente in questo periodo storico, non perdere di vista l’importanza dell’ente che rappresenta la nostra professione, che esiste proprio per tutelare la professionalità e il prestigio di tutti noi infermieri e per facilitare la nostra crescita culturale.

Il presidente

Matteo Cecchi

 


 

Novità

E’ indetto il bando per partecipare alla commissione sulla Libera Professione del collegio IPASVI della Provincia di PRATO

clicca qui:

commissione libera professione

Group of medical doctor. Over white background.

 


 

Gent. collega,

come tutti gli anni le arriverà a casa il bollettino postale per il pagamento della quota annuale € 80,00 (ridotta rispetto all’anno passato).

Si ricorda che la quota può essere pagata anche attraverso i seguenti canali: 

  • Bonifico bancario su conto n° 65461 di BPV Agenzia Ospedale – intestato a COLLEGIO IP.AS.VI Prato – IBAN IT66 X057 2821 5894 8957 0065 461 
  • Bancomat o Carta di Credito, direttamente presso il nostro ufficio (orario di apertura).
  • Numero c/c postale 17183500 causale quota iscrizione 2016 (in caso il conto fosse intestato ad altra persona diversa dall’iscritto al collegio, specificare il nome)

Si raccomanda agli iscritti puntualità nel pagamento della quota nel termine del 29 febbraio 2016, al fine di consentire il regolare svolgimento delle attività del Collegio. Si allega a questa comunicazione il calendario di massima del programma di formazione predisposto dal nostro Collegio per l’anno 2016, così da consentire una più facile organizzazione rispetto agli appuntamenti e agli argomenti previsti.

Il Presidente

Matteo Cecchi 


Gentile collega,

come presidente del Collegio IPASVI di Prato ti invito a partecipare alla prossima Assemblea degli iscritti, che si terrà il 24 febbraio.

In quella occasione, il consiglio direttivo discuterà e condividerà con i presenti le scelte di programma che impronteranno l’attività del collegio per quest’ anno, che sarà, come per l’anno appena trascorso, intensa e dedicata alla valorizzazione del nostro ruolo di professionisti infermieri, e più in generale della professione, a beneficio dei cittadini. Augurandomi di trovarti presente,

ti invio i miei saluti

Matteo Cecchi

scarica qui la convocazione  CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2016


 

 

Nella Sezione Per i Cittadini è on line l’elenco dei libero professionisti appartenenti al collegio Ipasvi di Prato

Cattura2


 

Viste le molteplici richieste di chiarimento in merito alla situazione crediti/corsi, pervenute dai nostri iscritti, alleghiamo la seguente circolare redatta dal nostro collegio.

CERTIFICAZIONE CREDITI


 

 

 

In seguito alle richieste pervenute presso il nostro collegio in merito alla certificazione delle quote associative versate negli ultimi anni (rif. sentenza della Corte di Cassazione – Sezione lavoro n.7776 del 16/04/2015), Si allega la tabella riassuntiva delle stesse degli ultimi 10 anni.

Ogni iscritto potrà dichiarare di essere in regola con il Collegio e fare autonomamente i dovuti calcoli di quanto corrisposto.

Si ricorda comunque che il tempo di prescrizione è di 5 anni.

2005 € 61,97 2006 € 63,20 2007 € 64,27
2008 € 65,55 2009 € 67,78 2010 € 67,90
2011 € 80,00 2012 € 83,96 2013 € 125,47
2014 € 85,98 2015 € 85,98